Articoli Medicina del Lavoro - P&R Public
Anno 9, Trimestre 1
05.01.2019
Schema Relazione Sopralluogo del Medico competente
 
 
Tomei Francesco, Roberto Massimi, Benedetta Pimpinella, Teodorico Casati, Roberto Giubilati, Angela Sancini SPINOFF SIPRO S.R.L. Sicurezza e Produttività nel lavoro ROMA www.spinoff-sipro.it

Autori   [Indice]

Tomei Francesco, Roberto Massimi, Benedetta Pimpinella, Teodorico Casati, Roberto Giubilati, Angela Sancini

SPINOFF SIPRO S.R.L. Sicurezza e Produttività nel lavoro ROMA
www.spinoff-sipro.it

Testo   [Indice]

Schema Relazione Sopralluogo del Medico competete

AZIENDA .............


Ai fini della sorveglianza sanitaria (art. 25 comma 1 lettera “l” D.Lgs. 81/08) per il Medico Competente
SEDE ………………………………………..
a) Data e luogo oggetto del sopralluogo e segnalare se effettuato congiuntamente con RSPP (descrizione).
b) Verificare se è presente il DVR e prenderne visione e/o eventuale aggiornamento collaborando con il Datore di Lavoro e il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, sulla valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute durante l'attività lavorativa del dipendente (descrizione).
c) Richiedere le planimetrie del luogo visitato (descrizione).
d) Indicare la peculiarità degli ambienti visitati: es. n. dipendenti, n. uomini e n. donne, n. dirigenti e n. preposti, n. utenti, n. disabili, n. lavoratori autonomi e volontari, ecc. (descrizione).
e) Riportare eventuali osservazioni del lavoratore (descrizione).
f) Descrivere in modo analitico i rischi valutati (es. Vdt, MMC, rischio biologico, rischio chimico, rumore, vibrazioni, rischio cancerogeno, stress lavoro correlato, etc.) con equivalente metodologia utilizzata e relativo calcolo (descrizione).
g) Acquisire le schede di sicurezza con le relative frasi di rischio (descrizione).
h) Indicare e richiedere eventuali indagini e misurazioni ambientali (descrizione).
i) Indicare, se necessario, per il ricambio dell’aria, eventuali impianti, macchine e/o attrezzature presenti, possibili sostanze utilizzate, eventuali tipologie di aspirazione, cicli di lavoro, aspetti ergonomici (descrizione).
l) valutare l’adeguatezza delle postazioni VDT e l’ergonomia delle postazioni in genere, l’adeguatezza dell’utilizzo delle macchine fotocopiatrici, del microclima, dell’illuminazione, degli impianti di condizionamento, sul rischio chimico negli ambienti confinati e sulla presenza di amianto negli edifici (descrizione).
m) Verificare o segnalare i Presidi di I° Soccorso (descrizione).
n) Verificare la nomina degli addetti al Primo Soccorso e i relativi presidi (descrizione).
o) Acquisire i dati del registro infortuni sul lavoro (descrizione).
p) Verificare se vi è un’adeguata e periodica attività di informazione e formazione dei dipendenti sui rischi per la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro (descrizione).