Prevenzione del tumore pancreatico


Il carcinoma del pancreas risulta essere ancora oggi una delle neoplasie a prognosi più sfavorevole, per cui la prevenzione rappresenta un aspetto fondamentale nella strategia di cura di questa patologia.
Negli ultimi tempi sono state introdotte nuove terapie, purtroppo in grado solamente di aumentare il tempo di sopravvivenza, senza incidere in modo risolutivo sul decorso della malattia conclamata.
Il tumore del pancreas risulta in costante aumento e difficile da diagnosticare in fase iniziale.
In Italia sono stati diagnosticati circa 12.200 nuovi casi nel 2013, in aumento rispetto agli 11.500 del 2012; ma il numero di guarigioni rimane ancora basso.
Il nemico numero uno è, ancora una volta, il fumo: i casi di cancro al pancreas riconducibili al tabacco sono circa il 30% negli uomini e il 10% nelle donne, da rilevare inoltre che i fumatori presentano un incidenza tumorale doppia rispetto ai non tabagisti. Altri fattori di rischio noti sono l’obesità, la ridotta attività fisica e l’alto consumo di grassi.
L’Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom), ha lanciato una  campagna di sensibilizzazione sull’importanza della prevenzione, incentrata su uno stile di vita sano, che preveda una dieta equilibrata e la messa al bando del fumo.
 

Fonte: www.aiom.it

Simone De Sio

Giovanni Rinaldi