Articoli Medicina del Lavoro - P&R Scientific
Volume 2, Numero 3
28.09.2012
META-ANALISI: EFFETTI SULL'APPARATO CARDIOVASCOLARE IN LAVORATORI ESPOSTI A INQUINAMENTO URBANO.
 
 
Sancini A, Caciari T, Di Pastena C, Sinibaldi F, Scala B, Fiaschetti M, Nieto HA, De Sio S, Maurizi D, Nardone N, Scimitto L, Miracco P, Casale T, Giubilati R, Pimpinella B, Tomei F, Tomei G, Ciarrocca M

Autori   [Indice]

Sancini A 1, Caciari T 1, Di Pastena C 1, Sinibaldi F 1, Scala B 1, Fiaschetti M 1, Nieto HA 2, De Sio S 1, Maurizi D 1, Nardone N 1, Scimitto L 1, Miracco P 1, Casale T 1, Giubilati R 1, Pimpinella B 1, Tomei F 1, Tomei G 3, Ciarrocca M 1
 
1Dipartimento di Anatomia, Istologia, Medicina Legale e Ortopedia, Unità di Medicina del  Lavoro (Dir: Prof. F. Tomei), “Sapienza” Università di Roma
2Catedra Libre Salude y Seguridad en el Trabajo, Facultad de Medicina, Universidad de Buenos Aires, Argentina
3Dipartimento Neurologia e Psichiatria, “Sapienza” Università di Roma

Abstract pubblicato: G Ital Med Lav Erg 2010; 32:4, Suppl, 352-354

Available from:
http://journal.preventionandresearch.com/index.php?PAGE=articolo_dett&ID_ISSUE=735&id_article=6344
 

Abstract   [Indice]

Introduzione
Numerosi studi hanno dimostrato un’associazione tra esposizione ad elevati livelli di inquinamento urbano (nella fattispecie  l’esposizione al particolato sia a breve che a lungo termine e il rumore da traffico veicolare) e insorgenza nonché mortalità per patologie cardiovascolari.

DESIGN: meta-analysis of case-control design.
 
Obiettivi
Valutare l’associazione esistente tra effetti cardiovascolari ed esposizione occupazionale ad inquinamento atmosferico in ambiente urbano.
 
Metodi
DATA SOURCES: Biomedcentral, MEDLINE/ PubMed, MEDLINE/ National Library of Medicine (NLM), MEDLINE Plus, Nioshtic-2, Scopus, TOXNET/Toxline, inclusi gli studi non ancora pubblicati di cui gli autori erano a conoscenza e gli atti dei Convegni nazionali ed internazionali, dal 1988 al Maggio 2010. Non è stata effettuata nessuna restrizione, di lingua o tipo di pubblicazione, alla ricerca.
STUDY ELIGIBILITY CRITERIA: sono stati inclusi gli studi caso-controllo in cui i lavoratori esposti ad inquinamento urbano sono stati comparati con quelli non esposti in relazione agli effetti sull’apparato cardiovascolare.
PARTICIPANTS, AND INTERVENTIONS: sono stati selezionati gli studi in cui la popolazione degli esposti all’inquinamento urbano era costituita da addetti ad attività in ambiente outdoor, viabilisti, benzinai ed autisti professionisti mentre il gruppo dei controlli era rappresentato da addetti ad attività indoor, amministrativi, studenti universitari e soggetti selezionati tra la popolazione generale.
STUDY APPRAISAL AND SYNTHESIS METHODS: i dati, estratti da due autori diversi in modo indipendente, sono stati raggruppati in due classi di variabili, la prima costituita da variabili continue (pressione arteriosa sistolica, pressione
arteriosa diastolica, frequenza cardiaca, colesterolo totale, colesterolo HDL, colesterolo LDL, trigliceridi) e la seconda da variabili discontinue (alterazioni elettrocardiografiche, ipertensione, ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia). Gli studi che riportavano i dati relativi ad entrambe le classi e per ciascuna classe più variabili sono stati inseriti e quindi utilizzati più
volte per l’elaborazione dei risultati. Per ciascuna variabile è stata calcolata l’eterogeneità, per le variabili continue è stato effettuato il calcolo dell’ES mentre per le variabili discontinue è stato effettuato il calcolo dell’OR e della sua significatività.
 
Risultati
Su un totale di 378 pubblicazioni, sono stati selezionati ed inclusi nella meta-analisi 16 articoli. Le variabili studiate non mostrano differenze statisticamente significative nel gruppo degli esposti rispetto ai controlli tranne che per i trigliceridi.
LIMITATIONS: gli studi controllati risultano essere limitati e sono caratterizzati da una non omogenea valutazione sia dei tempi di esposizione dei lavoratori all’inquinamento urbano sia dei valori di esposizione professionale.
 
Conclusioni
Considerata l’eterogeneità e la scarsità degli studi, soprattutto per alcuni parametri, al momento non è possibile documentare, nei lavoratori professionalmente esposti all’inquinamento urbano, la presenza di effetti avversi  sull’apparato cardiovascolare. Infatti l’analisi dei risultati ottenuti con la nostra meta-analisi suggerisce la sola associazione tra inquinamento urbano e alterazioni dei livelli ematici di trigliceridi, il risultato è inoltre relativo perché riferito a tre studi. A fronte di quanto riportato in materia dalla letteratura scientifica relativamente alla popolazione generale, è necessario che la ricerca futura approfondisca tale tematica in ambito professionale con studi condotti in maniera più idonea ed omogenea.

Parole chiave: sistema cardiovascolare, malattie cardiache, inquinamento urbano

Autore di riferimento   [Indice]

Gianfranco Tomei
Dipartimento di Neurologia e Psichiatria, “Sapienza” Università di Roma