Lavoro, l'eccesso di controllo da parte di superiori può portare danni permanenti alla salute


Il lavoro, o meglio un superiore troppo esigente e pressante, può causare danni permanenti alla salute, con una varietà di sintomi. Un nuovo studio australiano getta luce sugli effetti deleteri di carichi di lavoro esorbitanti e più ancora dell'eccesso di controllo da parte di dirigenti dediti alla 'microgestione' dei dipendenti.
Lo studio è stato condotto su oltre 7000 lavoratori di mezza età in buona salute.
Da esso è emerso che chi lavora in uffici con un alto livello di stress ha bisogno di due settimane o più in un anno di congedo per malattia e accusa sintomi come dolori al torace, nausea e mancanza di respiro. Un caso su 15 di congedo per malattia di lungo termine, cioè oltre due settimane, può essere evitato se il posto di lavoro fosse meno stressante.

Vi sono dunque evidenze che una combinazione di forti pressioni dall'alto e basso controllo sul proprio lavoro può causare malattie cardiovascolari, depressione e ansia e diventa molto più difficile tornare al lavoro dopo aver contratto i problemi di salute.

Fonte: 
http://www.plosone.org/

Simone De Sio

Alessandra Di Marzio