Articoli Psicologia - P&R Scientific
Volume 2, Numero 4
28.12.2012
LA DINAMICA DEL “CAPRO ESPIATORIO”: MOBBING, BULLISMO ED EMARGINAZIONE.
 
 
Tomei G, Di Pastena C, Sinibaldi F, Scala B, Caciari T, Rosati MV, Nieto HA, Capozzella A, De Sio S, Andreozzi G, Cetica C, Corbosiero P, Monti C, Marchione S, Ciarrocca M, Tomei F, Sancini A

Autori   [Indice]

Tomei G1, Di Pastena C2, Sinibaldi F2, Scala B2, Caciari T2, Rosati MV2, Nieto HA3, Capozzella A2, De Sio S2, Andreozzi G2,  Cetica C2, Corbosiero P2, Monti C2, Marchione S4, Ciarrocca M2, Tomei F2, Sancini A2

1 Dipartimento di Neurologia e Psichiatria, “Sapienza” Università di Roma
Dipartimento di Anatomia, Istologia, Medicina Legale e Ortopedia, Unità di Medicina del Lavoro (Dir: Prof. F. Tomei), “Sapienza” Università di  Roma
3Catedra Libre Salude y Seguridad en el Trabajo, Facultad de Medicina, Universidad de Buenos Aires, Argentina
4Dipartimento di Anatomia, Istologia, Medicina Legale e Ortopedia, “Sapienza" Università di Roma


Available from:
http://journal.preventionandresearch.com/index.php?PAGE=articolo_dett&ID_ISSUE=736&id_article=6352

Abstract   [Indice]

Introduzione
Quella del “capro espiatorio” è una dinamica molto comune all’interno dei gruppi, in special modo quelli di lavoro.
 

Obiettivi
In questa dinamica si tende ad isolare e stigmatizzare l’elemento più debole, esporlo alla critica continua e all’emarginazione, in ultimo spesso allontanandolo dal gruppo stesso. Avviene all’interno delle dinamiche più ampie del mobbing e del bossing ecc.
 
Metodi
Da alcune ricerche è emerso che i gruppi che generano più facilmente al proprio interno i “capri espiatori” sono quelli che lo psicologo W. Bion ritiene caratterizzati dall’ “assunto dell’attacco”.
 
Risultati
Per un miglior funzionamento di un gruppo di lavoro il leader dovrebbe monitorare costantemente lo stato di tensioni anche profonde e inconsce che percorrono il gruppo al fine di evitare che all’interno di esso si generi questo fenomeno.
 
Conclusioni
Il leader che si propone di evitare l'emergere di questo fenomeno deve essere in grado di padroneggiare e utilizzare nel miglior modo le tecniche e gli strumenti di comunicazione relazionale e inter-gruppo.

Parole chiave: capro espiatorio, conformismo, emarginazione, mobbing, bullismo, gruppo
 

Autore di riferimento   [Indice]

Gianfranco Tomei
Dipartimento di Neurologia e Psichiatria, “Sapienza” Università di Roma