Articoli Psicologia - P&R Scientific
Volume 5, Numero 1
31.03.2015
LA DEVIANZA COME PROBLEMA SOCIALE: LE PROSPETTIVE DELLA PSICOLOGIA
 
 
Tomei G, Di Marzio A, Suppi A, Chighine A, Sacco C, Casale T, Sanità D, Tomei F, Rosati MV, Capozzella A

Autori   [Indice]

Tomei Gianfranco1, Di Marzio Alessandra2, Suppi Anastasia2, Chighine Andrea2, Sacco Carmina2, Casale Teodorico2, Sanità Donatella2, Tomei Francesco2, Rosati Maria Valeria2, Capozzella Assunta2
 
1Dipartimento di Neurologia e Psichiatria, “Sapienza” Università di Roma, Viale dell’Università 30, Roma, Italia

2Dipartimento di Anatomia, Istologia, Medicina Legale e Ortopedia, Unità di Medicina del Lavoro, “Sapienza” Università di Roma, Viale Regina Elena 336, Roma, Italia

Abstract   [Indice]

Il comportamento deviante è tale in quanto infrange una serie di norme sociali più o meno consapevolmente riconosciute dai più. A partire dalla psicoanalisi fino a più recenti teorie sociologiche, si è tentato di individuare le cause della devianza in un rapporto complesso con le figure genitoriali, con l’Autorità generalmente intesa, con i Gruppi sociali che detengono il Potere ecc.. Pur ammettendo la possibile presenza di un certo tipo di disturbi di personalità nella struttura psichica del deviante, non si può non puntare l’attenzione sulle metodiche che le varie società utilizzano per l’integrazione dei cittadini, soprattutto nelle agenzie fondamentali preposte all’educazione del minore: famiglia e scuola. Metodi didattici all’avanguardia, che senz’altro forniscano al discente griglie comportamentali e regole di condotta, che però al tempo stesso non dimentichino la dimensione fondamentale del gioco, dello svago e della ricerca personale, sono da incentivare fortemente. Con la consapevolezza che, nel bambino e nell’adolescente, “trasgredire” determinate regole con coscienza critica e capacità di discernimento, aiuta a formare un cittadino consapevole, responsabile e rivolto all’innovazione di paradigmi comportamentali spesso datati e inadeguati, anche se comunemente accettati con passività dai più. Lo scopo del manoscritto è fornire un inquadramento storico del problema della devianza comportamentale e proporre quali prospettive possano esserci per il futuro, soprattutto per il medico competente e per il medico di medicina generale.

Parole chiave: devianza comportamentale, anomia, controllo, potere, autorità 


AVAILABLE FROM:
DEVIANCE AS A SOCIAL PROBLEM: THE PERSPECTIVES OF PSYCHOLOGY
 

Autore di riferimento   [Indice]

Tomei Gianfranco
Dipartimento di Neurologia e Psichiatria, “Sapienza” Università di Roma, Viale dell’Università 30, Roma, Italia