Articoli Medicina del Lavoro - P&R Scientific
Volume 3, Numero 2
28.06.2013
AMIANTO ED INSORGENZA DI MESOTELIOMA: CASE REPORT.
 
 
Caciari T, Casale T, Sancini A, Weiderpass E, Frati P, De Sio S, Sinibaldi F, Di Pastena C, Scala B, Buccisano PFM, Capozzella A, Di Giorgio V, Colasanti V, Marchione S, Penna M, Tomei F, Tomei G, Rosati MV

Autori   [Indice]

Caciari T1, Casale T1, Sancini A1, Weiderpass E2, Frati P3, De Sio S1, Sinibaldi F1, Di Pastena C1, Scala B1, Buccisano PFM1, Capozzella A1, Di Giorgio V1, Colasanti V1, Marchione S3, Penna M3, Tomei F1, Tomei G4, Rosati MV1

1Dipartimento di Anatomia, Istologia, Medicina Legale e Ortopedia, Unità di Medicina del Lavoro, “Sapienza” Università di Roma
2Dipartimento di Medical Epidemiology and Biostatistics, Karolinska Institute, Stoccolma, Svezia, Cancer Registry of Norway, Oslo, Norvegia, Dipartimento di Community Medicine, Tromso, Norway, Samfundet Folkhalsan, Helsinki, Finlandia
3Dipartimento di Anatomia, Istologia, Medicina Legale e Ortopedia, “Sapienza” Università di Roma
4Dipartimento di Neurologia e Psichiatria, “Sapienza” Università di Roma


Available from:
http://journal.preventionandresearch.com/index.php?PAGE=articolo_dett&ID_ISSUE=738&id_article=6371

Abstract   [Indice]

L'asbesto (o amianto) è un minerale appartenente al gruppo dei  silicati fibrosi. Fino al 1991,per le caratteristiche dell’amianto,cioè la   notevole resistenza alle elevate temperature, la sua conformazione in fibre  e il costo molto basso è stato utilizzato per  produrre  materiali in grado di resistere alle alte temperature. I silicati di amianto a matrice solida avevano trovato largo uso in edilizia, nell’ impiantistica  resistente al calore, nelle tubature per acquedotti e fognature, nei pannelli e fogli  per controsoffittature, negli intonaci e come materiale fonoassorbente.
Anche nell’industria manifatturiera è stato largamente impiegato per la produzione di manufatti ed oggetti di uso domestico, come isolante termico per alte e le basse temperature,condotte antifiamma, per la produzione di elettrodomestici con utilizzo di alte temperature (stufe, phon, etc.), nei freni nelle frizioni, negli schermi parafiamma nelle guarnizioni, nella produzione di tessuti per indumenti in grado di proteggere dal calore (guanti, tute ignifughe) e di tessuti da arredo resistenti a temperature elevate.
L’esposizione ad atmosfere contenenti amianto può essere causa di numerose patologie come l’asbestosi polmonare, i mesoteliomi e il carcinoma polmonare. Le forme più nocive di amianto sono gli anfiboli, fra questi la crocidolite è quella con maggior potenziale neoplastico. Tuttavia, la diagnosi di malattia professionale correlata ad amianto non è semplice né automatica, occorre rispettare una serie di criteri, verificando markers immunoistochimici, monitoraggi biologici ed ambientali, anche personali, per accertare una correlazione effettiva. Inoltre, le conoscenze riguardo alle patologie asbesto-correlate ed i criteri diagnostici si sono evoluti nel tempo, e considerando il periodo di latenza delle malattie, in particolare delle neoplasie, è difficile verificare l’esposizione pregressa dei pazienti che hanno manifestato clinicamente la malattia solo in tempi recenti, magari 10-20 anni dopo l’ultima supposta esposizione. Riportiamo due case report di mesotelioma maligno, di supposta origine professionale amianto-correlata, discutendone l’eziologia alla luce di un excursus della letteratura. Per censire, analizzandola, tutta la conoscenza scientifica circa la relazione tra salute umana e asbesto, prodotta dall’inizio della storia dell’utilizzo industriale ad oggi, abbiamo consultato la letteratura  in rete tramite motori di ricerca con utilizzazione di parole chiave. Sono state interrogate con questo sistema le principali banche di dati scientifici mondiali (Pubmed, Cochrane, Embase, Tripdatabase), sono state censite un totale di 13551 pubblicazioni per ricostruire come e quando sono state pubblicate informazioni sui danni attribuibili ad asbesto. Gli argomenti fondamentali censiti sono stati: “Amianto e danni alla salute”, “Amianto e Mesotelioma Maligno”.
In base ai risultati appresi tramite la nostra ricerca, una volta applicati ai due casi in esame, abbiamo appurato che non vi è certezza della diagnosi di mesotelioma maligno attribuito ai due pazienti, in quanto non sono stati applicati rigorosamente i criteri diagnostici suggeriti dalla letteratura internazionale sia sul piano clinico che su quello istopatologico ed immuno-chimico.

Parole chiave: asbesto, mesotelioma, criteri diagnostici

Autore di riferimento   [Indice]

Francesco Tomei
Dipartimento di Anatomia, Istologia, Medicina Legale e Ortopedia, Unità di Medicina del Lavoro, 
“Sapienza” Università di Roma