Articoli Otorinolaringoiatria - P&R Scientific
Volume 2, Numero 3
28.09.2012
ALTERAZIONI UDITIVE SUBCLINICHE PERMANENTI NEI PAZIENTI CON APNEE NEL SONNO.
 
 
Fabiani M, Fabiani V, Rea A

Autori   [Indice]

Fabiani M1, Fabiani V1, Rea A1

1Dipartimento di Organi di Senso, “Sapienza” Università di Roma


Available from:
http://journal.preventionandresearch.com/index.php?PAGE=articolo_dett&ID_ISSUE=735&id_article=6345

Abstract   [Indice]

Introduzione
La sindrome da apnea ostruttiva del sonno è caratterizzata dall’ostruzione parziale o completa delle vie aeree superiori e che colpisce il 5% della popolazione adulta. Episodi ripetuti di ostruzione parziale o totale delle vie aeree superiori sono responsabili della riduzione della saturazione dell'ossigeno nel sangue arterioso (SaO2) e quindi dell’ipossia L’ ipossia è legata ad un danno delle strutture cocleari: stria vascolare, sinapsi afferente, cellule ciliate interne ma soprattutto cellule ciliate esterne del giro basale che sembrano essere le più vulnerabili; tali danni sono responsabili di ipoacusia neurosensoriale.
 
Obiettivi
Determinare la correlazione tra danno cocleare e ipossia attraverso le emissioni otoacustiche (TEOAE e DPOAE), valutare l'influenza dell’ipossia sull’ udito dei pazienti con OSAS grave ed agire sui danni precoci per prevenire quelli permanenti.

Metodi
20 pazienti con Sindrome da apnea ostruttiva del sonno di grado severo (AHI> 30 eventi / ora di sonno) e 20 soggetti sani, non russatori e clinicamente non-OSAS, sono stati sottoposti ad esame polisonnografico domiciliare, otoemissioni acustiche evocate transitorie (TEOAE) e prodotti di distorsione (DPOAE).
 
Risultati
10 pazienti OSAS hanno DPOAE patologiche all'orecchio destro alla frequenza 3 e 4 kHz: all’orecchio sinistro le DPOAE sono patologiche solamente alla frequenza 3 kHz.
Le TEOAE sono patologiche all’orecchio destro alla frequenza 2 kHz in 9 pazienti OSAS e alla frequenza 3 kHz in 10 pazienti OSAS, sempre nel orecchio destro. 8 pazienti OSAS hanno TEOAE patologiche all'orecchio sinistro alle frequenze 2 e 3 kHz.
 
Conclusioni
Le DPOAE e le TEOAE sono  predittive di un danno cocleare conseguente a ipossia, prima di una perdita uditiva neurosensoriale misurabile con esami audiologici di routine.

Parole chiave: ipossia, sindrome delle apnee ostruttive nel sonno, otoemissioni acustiche  

Autore di riferimento   [Indice]

Mario Fabiani
Clinica Otorinolaringoiatrica, Policlinico Umberto I – 00161 Roma