Articoli Pediatria - P&R Scientific
Volume 2, Numero 1
27.02.2012
Adolescenti e giovani adulti con spina bifida: rischi psico-patologici e qualità di vita
 
 
Gatta M, Giovanatto C, Pertile R, Dal Zotto L, Sartori S, Toldo I, Drigo P

Autori   [Indice]

Gatta M 1, Giovanatto C 1, Pertile R 2, Dal Zotto L 1 , Sartori S 1, Toldo I , Drigo P 1

Dipartimento di Pediatria, Università di Padova, Italia
Osservatorio Epidemiologico, Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, Trento, Italia

Citation: Gatta M, Giovanatto C, Pertile R, et al. Adolescents and young adults with spina bifida: psycho-pathological risks and quality of life. Prevent Res 2012; 2 (1): 43-59. Available from: http://www.preventionandresearch.com/. doi: 10.7362/2240-2594.017.2012


doi: 10.7362/2240-2594.017.2012


Parole chiave: spina bifida, adolescenza, qualità di vita, psicopatologia

Abstract   [Indice]


Introduzione: I soggetti affetti da Spina Bifida, raggiunto il periodo dell’adolescenza, verificano nuove problematiche, non solo mediche ma anche psicoaffettive e relazionali, fino ad ora ancora poco studiate.
Il medico e l’equipe multidisciplinare che si occupa di queste persone, oltre ad avere competenze specifiche per la patologia vera e propria, debbono avere consuetudine con i problemi psicologici e sociali del paziente e della sua famiglia. Nel presente studio è stata esaminata la qualità di vita percepita da adolescenti e giovani adulti con Spina Bifida in relazione allo stato fisico e psichico, nell’ipotesi che una maggiore disabilità fisica e la presenza di psicopatologia si associno ad una peggiore qualità di vita.
 
Obiettivi: Alla luce della scarsa letteratura in campo di Spina Bifida e rischio psicopatologico, questo studio si prefigge di valutare la presenza di comportamenti psicopatologici in pazienti affetti da tale malattia neurologica.
 
Metodi: Il campione consta di 42 soggetti, 20 maschi (47,6%) e 22 femmine (52,4%), con età media di 19 anni ± 3,5. Sono stati somministrati: Indice di Barthel, SF 36, SCL 90, YSR 11-18, CBCL 6-18.
 
Risultati: I risultati sulla psicopatologia dimostrano una percentuale rilevante di comportamenti patologici, soprattutto problematiche di tipo internalizzante. In particolare, gli elementi psicopatologici si associano ad una maggiore disabilità fisica. Circa la relazione tra qualità di vita, disabilità fisica e disabilità psichica, emerge come la psicopatologia si associ in generale ad una riduzione della qualità di vita (negli aspetti sia fisici che emozionali), mentre la disfunzione fisica si relaziona alla qualità di vita con modalità differenti.
 
Conclusioni: Questo andamento non permette di predire l’evoluzione di disturbi psichici in pazienti affetti da spina bifida, suggerendo che al fine del trattamento e di una buona qualità di vita, è importante considerare per ogni paziente la storia personale e l’ambiente di vita in termini di cultura, educazione e storia familiare con particolare riguardo a come la condizione viene percepita e vissuta.

Autore di riferimento   [Indice]

Michela Gatta
Dipartimento di Pediatria, Università di Padova
e-mail: info@preventionandresearch.com





 
Full Text in English
Download full text:


Commenti / Richieste di informazioni
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Inserire Codice Sicurezza
  Invia